mercoledì 24 aprile 2013

Gusto e semplicità... polpette paprika e rosmarino!





Seconda settimana di vita del blog... seconda ricetta!

Trattasi di polpette. Chi non le ama?
Piccole e tonde, grandi e schiacciate, fritte, al forno, di verdura, di carne, di pesce, al sugo... possono soddisfare qualsiasi palato.
Un po' come la frittata, sono ideali anche per riciclare qualche ingrediente che langue in frigorifero in attesa di una più degna sorte.
Questa ricetta l'ho presa dalla cucina della mamma (chi non lo fa?) che a sua volta l'ha trovata qui, per poi farla sua.

Lo scorso fine settimana sono stata a Firenze, città in cui ho vissuto per un breve periodo ma in cui spero di tornare presto. Patria del Rinascimento e cuore della lingua italiana, è un posto in cui ogni volta non vedo l'ora di tornare perché è lì che vive la mia dolce metà.
Buongustaio e cuoco di recente data, ha una predilezione per le polpette ed ecco che il pranzo di sabato si è risolto con spiedini di polpette alla paprika e rosmarino!
Come contorno ho optato per dell'indivia belga e del radicchio variegato al cartoccio.

ps: informazione riservata esclusivamente a lettori di sesso femminile... questa ricetta è anche ottima in vista dell'imminente estate con connessa (e temuta) prova costume. Infatti non sono previsti grassi o condimenti aggiunti!


Ingredienti per 2 persone (verranno circa 8 polpette a testa):

Per le polpette:

  • 200 gr di carne macinata di suino
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna grezzo
  • 1/2 cipolla rossa di Tropea
  • 1/2 cucchiaino di paprika (io ho usato quella forte, ma potete anche usare quella dolce se preferite)
  • sale q.b.
  • 4 spiedini
  • 3/4 rametti di rosmarino

Per le verdure al cartoccio:

  • 1 ceppo di radicchio variegato
  • 1 ceppo di indivia belga
  • olio e.v.o
  • sale q.b.
  • pepe
  • profumi e aromi a piacere

Procedimento:

Mettete in una ciotola la carne macinata ed unite lo zucchero di canna grezzo, la paprika e il sale. 
Dopodiché tritate molto finemente la cipolla ed unitela, quindi, alla carne. 
Mescolate il tutto impastando con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto formate 16 polpettine grandi all'incirca come una piccola noce (2 cm di diametro).



Prendete ora gli spiedini e delicatamente, una dopo l’altra, infilate 4 polpettine per ogni spiedino.
Terminata questa operazione, prendete il rosmarino e infilate degli aghi alle estremità degli spiedini, in modo che la carne verrà profumata durante la cottura. 



Nel frattempo fate scaldare una piastra (o una padella antiaderente) e quando sarà ben calda adagiatevi gli spiedini e fateli cuocere per circa 8-10 minuti, girandoli su tutti i lati per cuocerli omogeneamente. 
Non appena avranno fatto una bella crosticina, toglieteli dal fuoco e servite immediatamente.



La prossima volta proverò ad accostare a questi spiedini una salsina, proponendoli come finger food!

Per le verdure il procedimento è ancora più semplice e veloce!
Tagliate l'indivia ed il radicchio a metà e poi ancora per il lungo in modo da ottenere 4 pezzi di uguali dimensioni. 


Ora stendete un foglio di carta d'alluminio abbastanza grande per adagiarvi tutta la verdura e sopra stendetevene un altro di eguali dimensioni. 
Chiudete tutti i lati, avendo cura di sigillare il tutto per bene e porre a cuocere su una griglia ben calda per circa un quarto d'ora, girando il cartoccio a metà cottura.



Et voilà.. les jeux sont fait!!







Ricetta super veloce, super gustosa e super light (che non guasta mai!!)

Vi saluto con uno scatto ("istagrammizzato") della bella Firenze!





SHARE:

15 commenti

  1. gnammmm non vedo l'ora di provarla, sembra buonissima! ti faccio una domanda. dato che ultimamente mi sto cimentando, trascinando federico con me nella cucina bio-vegan-vegetariana-devo perdere un po' di kili dopo che ne ho presi 100 vivendo a berlino, non è che sai qualche ricetta con tofu e seitan da consigliarmi?? comunque aspetto con ansia la prossima prelibatezza ;)

    RispondiElimina
  2. Rimanendo in tema polpette... ti suggerisco questa ricetta: http://www.saison.ch/it/ricette/polpette-di-tofu-al-curry/detail/
    fammi sapere!!! ;))

    RispondiElimina
  3. Sei proprio nuova nuova!! Ben arrivata..se ogni tanto hai dato uno sguardo al mio blog dovresti sapere che sono una fan della polpetta....quindi...meglio di così!! In bocca al lupo cri

    RispondiElimina
  4. Crepi il lupo!! Eh si, nuova nuova... e pian pianino mi sto addentrando in questo mondo e scoprendo mille fantastici blog, compreso il tuo!
    Grazie della visita! ;)

    RispondiElimina
  5. grazie di essere passata da me, ora ti seguo anche io, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Grazie a te e complimenti per il tuo blog... è proprio bello leggerti! :D
    Chiara

    RispondiElimina
  7. Ciao! Ben arrivata e tanti auguri per il tuo blog!!
    In casa mia le polpette vanno alla grande e quindi grazie per questa originale ricettina! :))
    A presto!

    RispondiElimina
  8. Grazie a te per essere passata Roberta!! spero le polpette avranno successo..io le trovo ottime! ;)

    RispondiElimina
  9. molto interessante il metodo di cottura delle verdure

    RispondiElimina
  10. Anche a me interessano molto le verdurine fatte cos :) ma le hai condite a crudo?

    RispondiElimina
  11. @Carmine: Io da quando l'ho scoperto le faccio sempre così!!!

    @Raffy: Si si, le ho condite una volta cotte e tolte dalla carta stagnola... ma sono buonissime anche al naturale o al massimo un filo d'olio! :)

    RispondiElimina
  12. cercavo un'idea per delle polpette diverse e leggere per stasera... e direi che queste mi incuriosiscono non poco!

    RispondiElimina
  13. cercavo proprio una ricettina per farmi delle polpettine leggere per stasera, senza olio nè fritti... beh, questa mi incuriosisce non poco! grazie ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!
      questa ricetta è davvero perfetta per chi cerca qualcosa di leggero, ma saporito!
      Grazie di essere passata! ;)

      Elimina
  14. La ricetta mi incuriosisce, volevo provarla stasera ma mi chiedo: perchè usi lo zucchero?
    Grazie :)

    RispondiElimina

© IL SAPORE DEL SALE. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig