venerdì 27 settembre 2013

I nostri tortelli di zucca... un evergreen che non cambia mai!


Spesso mi ritrovo a pensare al tempo che passa, alle abitudini che cambiano, ai nuovi modi di dire, di vestire, di pensare della gente.
Mi piace riflettere su come, a volte, cose che ci sembravano inconcepibili siano diventate quotidiane, mentre quelle che erano quotidiane sono diventate obsolete.
Il mondo prima dei social networks... sembrano passati secoli!
C'è chi li ama, chi li odia, chi ne è dipendente, chi in pubblico li denigra e poi in privato ci passa le ore. 
Io li uso, perchè penso che per una ragazza di 25 anni sarebbe anacronistico non farlo, ma come per la maggior parte delle cose in medio stat virtus.

Il mondo cambia, si evolve, anche se ci sono cose (belle e brutte) che non cambiano mai.

Oggi come 15 anni fa, se quando sei fermo al semaforo ti giri a guardare fuori dal finestrino, 6 volte su 10 beccherai uno speleologo mancato tutto intento a perlustrare nuovi antri delle cavità nasali!

Tralasciando questi aneddoti un po' schifosi, per fortuna ci sono anche altre abitudini che non passano mai di moda.
A casa mia, per esempio, in questa stagione non possono mancare i tortelli di zucca. Ovviamente non si tratta di tortelli di zucca qualsiasi, ma dei tortelli di zucca di mia nonna Fausta, per me insuperabili.

I tortelli di zucca sono un piatto tipico della cucina mantovana, diffusosi però anche nelle zone limitrofe e quindi anche nella bassa campagna bresciana. 
Come per tutti i piatti della tradizione è difficile stabilire La Ricetta, quella unica ed originale. 
Io vi darò la ricetta di mia nonna, che non prevede mostarda, marmellata, zucchero, miele, cannella, chiodi di garofano o altre spezie, ma di cui vi garantisco l'ottimo risultato. (Per chi volesse nel ripieno è consentito giusto un pizzico di noce moscata.)

Ingredienti (per 175 tortelli... e si, li abbiamo mangiati tutti):

Per la pasta

  • 400 gr di semola di grano duro
  • 400 gr di farina 00
  • 1 presa di sale fino
  • 1 cucchiaio d'olio
  • 8 uova
  • acqua frizzante q.b.

Per il ripieno

  • una zucca piccola (la mia pesava 1 kg da pulita)
  • 100 gr di amaretti
  • qualche cucchiaio di pangrattato
  • 1 dado
  • 1 noce di burro
  • 2/3 cucchiai di grana grattugiato

Procedimento:

Iniziamo preparando il ripieno.
Per prima cosa tagliate la zucca a fette e pulitela, eliminando la buccia e i semi. Una volta pulita, tagliatela a tocchetti piuttosto piccoli e mettetela in una pentola con un dado ed una noce di burro. 


Coprite e cuocete a fuoco basso per almeno 30 minuti o comunque fino a quando avrete ottenuto un composto tenero e omogeneo.


Una volta che la zucca si sarà raffreddata unite gli amaretti sbriciolati (passateli al mixer) ed il formaggio grattugiato. Il composto deve risultare asciutto e non troppo morbido. Questo dipenderà soprattutto dalla qualità della zucca, a seconda dell'acqua che contiene. Se notate quindi che il composto è troppo molle, aggiungete qualche cucchiaio di pangrattato.


Una volta pronto il ripieno, mettetelo da parte ed iniziate a preparare la pasta.
Su una spianatoia disponete le farine precedentemente miscelate a fontana e aggiungetevi le uova, l'olio e il sale. Iniziate unendo a poco a poco le uova alla farina, aiutandovi con una forchetta e continuate poi ad impastare con le mani, aggiungendo un po' d'acqua frizzante se l'impasto risultasse troppo asciutto.


Una volta che tutti gli ingredienti si sono amalgamati, impastate per 10 minuti fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.


A questo punto lasciate riposare la pasta per 20 minuti, coprendola con un panno o della pellicola.
Trascorso questo tempo, tagliate la pasta in porzioni (al massimo 150 gr per volta) che tirerete un po' per volta con l'apposita macchinetta.
Partite dallo spessore più largo per arrivare in fine a quello più sottile, fino ad ottenere delle strisce di pasta dello spessore di un paio di millimetri.


A questo punto tagliate la pasta in quadrati di circa 4/5 cm per lato e poi in ogni quadrato disponetevi al centro una noce di ripieno.


A questo punto fate combaciare una punta del quadrato con l'estremità opposta (otterrete un triangolo), pressando bene i lati per fare in modo che il ripieno non fuoriesca durante la cottura.





Disponete i tortelli pronti su una superficie leggermente infarinata lasciandoli asciugare, fino al momento della cottura.


Quando sarà finalmente giunta l'ora, mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua, portate a bollore, salate e versateci i tortelli. Fate cuocere per pochi minuti mescolandoli delicatamente per rendere omogenea la cottura (qui è d'obbligo l'assaggio per capire quando sono pronti), dopodiché scolateli con un mestolo forato.

Servite con abbondate burro fuso, salvia, ed una spolverata di grana grattugiato!



Augurandovi una buona serata ed un buon fine settimana, vi saluto con la mia intervista pubblicata oggi su Tribù Golosa!



SHARE:

16 commenti

  1. Davvero una bellissima ricetta quella di tua nonna...e anche di più facile reperibilità...li proverò sicuramente! Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona!
      Per me la ricetta della nonna rimarrà sempre la migliore anche se non è propriamente "ortodossa", ma si sa... i sapori dell'infanzia sono quelli che ti restano nel cuore! ;)

      Elimina
  2. Ciao Chiara..sai che non ho mai assaggiato la zucca perchè a casa mia è snobbata, ma anche perchè non si sa proprio come prepararla..in realtà non nemmeno che sapore abbia! :-/ I tuoi tortelli con questo mix di amaretti mi sembrano fanbtasticissimi..
    Buon WE
    Sonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sonia!
      Ma come non hai mai assaggiato la zucca? Bisogna rimediare quanto prima!
      Ottima sia la vellutata di zucca (a crudo in una pentola metti patate, cipolla, zucca, carote e olio... fai stufare, aggiungi acqua fino a coprirle, sali e cuoci per almeno un'ora. Frulli il tutto e voilà, il gioco è fatto) che la zucca al forno con qualche fiocchetto di burro e una spolverata abbondante di parmigiano! Ovviamente per me questi tortelli sono al primo posto della classifica "piatti con la zucca"!
      Fammi sapere se ti avventurerai alla scoperta della zucca! ;)
      A presto
      Chiara

      Elimina
  3. Ma che brava a fare i ravioli in casa, davvero ottima questa ricetta e poi la zucca con gli amaretti è semplicemente divina.
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!
      Concordo.. gli amaretti si sposano benissimo dando un retrogusto dolciastro! ;)

      Elimina
  4. adoro la pasta fresca ripiena, e questi tortelli sono i miei preferiti, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia!
      I tortelli di zucca sono in assoluto anche i miei preferiti!
      Sto già programmando quando rifarli! ;)

      Elimina
  5. Che bella ricetta!!
    Ho la zucca, quindi la proverò complimenti!!!
    Passa nel nostro blog c'è un pensierino per te:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Un pensierino per me?! Grazie mille!!! Corro subito a vedere! ;)

      Elimina
  6. Ma che delizia questi tortelli, da provare! Ciao ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria!
      Grazie per essere passata!
      Appena hai tempo e trovi la zucca ti consiglio di provarli! ;)
      A presto!

      Elimina
  7. Ciao Chiara, visto che sono cresciuta a ravioli di zucca questa ricetta è superlativa.
    Ti aspetto sul mio blog ci sono due premi per te...meritatissimi
    Ti aspetto Debora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Debora!!!
      Vengo subito a ritirare i premi e ti ringrazio anticipatamente!!! :D

      Elimina

© IL SAPORE DEL SALE. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig