domenica 8 febbraio 2015

Torta al semolino e uvetta (senza burro)


Da piccola passavo gran parte dei pomeriggi con la nonna paterna, la stessa nonna da cui ho appreso le ricette dei TORTELLI DI ZUCCA e dei MALFATTI AGLI SPINACI.
Una donna dalla tempra rara, una persona buona come poche e senza dubbio un'ottima cuoca. Ma se le sue tagliatelle, le sue lasagne e i suoi brasati erano e sono dei pilastri di bontà, questi piatti non hanno mai avuto dei corrispettivi dolci. 
Le mie merende dalla nonna erano sostanzialmente due: pane, burro e zucchero da una parte e mela (manco a dirlo) con lo zucchero dall'altra. 
Crescendo però le cose sono cambiate e allora, un po' a malincuore e con un'immancabile dose di nostalgia, ho cominciato a togliere lo zucchero dalla mela, dal pane, dal caffè, dal the. Ovunque. Per non parlare del burro. 
SHARE:
© IL SAPORE DEL SALE. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig