mercoledì 23 ottobre 2013

La schiacciata con l'uva e... food photography in progress!


È trascorsa ormai qualche settimana da quando ho sfornato questa delizia autunnale e penso sia giunto il momento di pubblicare la ricetta.

La schiacciata con l'uva, una ricetta tanto semplice quanto buona, che è diventata nel tempo un'icona della cucina toscana.
Superato il timore reverenziale nei confronti di una delle "big" della cucina regionale italiana, mi sono decisa a preparare questa ricetta.

Non so se vi sia capitato di passare in Toscana in questo periodo, ma lì la schiacciata con l'uva sta all'autunno come il panettone al Natale.

Così, dopo aver trascorso uno dei miei weekend a Firenze, nella valigia (oltre alla solita nostalgia condita da commossi saluti alla stazione, che a confronto un harakiri è più sopportabile) stavolta mi sono portata a casa anche una violenta voglia di questo dolce.
Tornata in pianura Padana, dove la nebbia ha già ricominciato a farla da padrona ho voluto immergermi nei sapori toscani.

La Toscana è entrata "a gamba tesa" nel mio piccolo bagaglio enogastronomico, dove si mescolano ricette lombarde, sarde e svizzere insaporite da memorie americane e profumi francesi.

Considerando che al momento sto facendo colloqui da Trento a Roma (a cui aggiungiamo qualche CV inviato oltre confine), potrebbe anche succedere che il bagaglio si arricchisca presto di nuovi ingredienti e sapori.

Nel frattempo ho deciso di migliorarmi e migliorare il blog anche dal un punto di vista della fotografia, approfondendo il vasto (e finora per me poco conosciuto) mondo della food photography.
Lo scorso sabato, infatti, sono stata a Milano, presso la Scuola In Cucina, per partecipare al workshop di fotografia food tenuto dai bravissimi Barbara e Rocco e documentato dalla simpaticissima (e altrettanto brava) Viz.
La giornata, piena e soddisfacente, attraverso l'unione di nozioni teoriche ed esercitazioni pratiche è stata per me decisiva, il punto d'inizio per un nuovo approccio a questo tipo di fotografia.
I risultati del corso li trovate in fondo al post!
Le fotografie della schiacciata con l'uva (e quelle delle prossime due ricette che posterò) risalgono però a prima del corso e di conseguenza non hanno nulla che possa essere nemmeno lontanamente considerato professionale, anzi!

Ciò nonostante le pubblicherò lo stesso, perchè (sebbene piene di difetti) sono parte integrante del percorso che ho intrapreso sei mesi fa, quando ho deciso di aprire questo blog.

Ed ora, finalmente, passo a raccontarvi la ricetta della schiacciata con l'uva, un mix personale di varie ricette trovate in rete!

Ingredienti (per uno stampo quadrato 20x20 cm):
  • 200 gr di farina "00"
  • 10 gr di lievito di birra
  • 1/2 bicchiere di acqua 
  • 500 gr di uva fragola
  • 100 gr di zucchero 
  • 1/2 bicchiere di olio extra vergine d'oliva
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 pizzico di sale

Procedimento:
Iniziate lavando accuratamente l'uva, per poi togliere uno ad uno gli acini dal raspo.



Una volta terminata questa operazione aromatizzate l'olio, facendolo scaldare in un pentolino con il rametto di rosmarino. Dopo qualche minuto, toglietelo dal fuoco e fatelo raffreddare.
Nel frattempo sciogliete il lievito nell'acqua e in una ciotola disponete la farina e fontana. Nel mezzo versate il composto di acqua e lievito, un cucchiaio d'olio aromatizzato, il sale e un cucchiaio di zucchero.
Impastate bene, facendo amalgamare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un panetto liscio e abbastanza morbido. 


A questo punto copritelo e lasciatelo lievitare per almeno un'ora e mezza.
Trascorso questo tempo, riprendete l'impasto (che avrà circa raddoppiato il suo volume) e stendetene i 2/3 in una teglia precedentemente rivestita di carta forno (oppure ben oliata). 
Ricoprite la pasta con i 2/3 dell'uva, precedentemente lavata e asciugata, facendo attenzione a lasciare 2 o 3 cm di spazio dai bordi e spolverizzate con metà dello zucchero rimasto. Ricoprite ora con il resto della pasta, avendo cura di sigillare bene i bordi.
Adagiate sulla pasta il resto dell'uva, ricoprite con lo zucchero e irrorate con due cucchiai di olio aromatizzato.


Infornate nel forno preriscaldato a 180° per 35/40 minuti, fino a quando la schiacciata risulterà dorata e lucida in superficie.
Una volta cotta, lasciatela raffreddare nella teglia in modo che la pasta di pane assorba tutto il succo rilasciato dall'uva in cottura.


La combinazione uva e rosmarino mi è piaciuta davvero molto e anche la dose di zucchero a mio parare era perfetta... in sostanza, una vera goduria!


Nota: io non ho trovato il tempo e men che meno la voglia di togliere i semi agli acini d'uva, ma penso che la prossima volta lo farò perché erano un po' fastidiosi. 


Ed ora eccovi due degli scatti di sabato... che ne dite?





SHARE:

40 commenti

  1. Ottima la tua ricetta, è da tanto che voglio provare la schiacciata e i due scatti sono stati fantastici!

    RispondiElimina
  2. Che belle foto! Mi hanno fatto venire una gran voglia di addentare la tua schiacciata ;D
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valeria! Io non vedo l'ora torni la stagione dell'uva per rifarla!

      Elimina
  3. da mangiare con gli occhi! Complimenti Chiara foto stupende e risultato eccezionale! Mi hai dato un'idea deliziosa... complimenti! davvero brava! A presto! Un bacio,
    Veronica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria, ti ringrazio davvero molto per i complimenti! ;)

      Elimina
  4. bellissime foto e buonissima ricetta!!brava!

    RispondiElimina
  5. Devo assolutamente provare questa ricetta!
    Complimenti per le foto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania! Provala... ne rimarrai soddisfatta! ;)

      Elimina
  6. adoro la schicciata con l'uva è davvero una bontà!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno....è una goduria!

      Elimina
  7. non sai quanto mi invoglia all'assaggio questa schiacciata, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A riguardare le foto, rimpiango di non averne una scorta per l'inverno! ;)

      Elimina
  8. Belle le foto e... da provare la ricetta!!! :)

    RispondiElimina
  9. Piacerebbe un sacco anche a me seguire un corso per migliorarmi ma figurati che ultimamente non ho tempo nemmeno per studiare, cucinare, seguire i blog..:( i due scatti dopo il corso sono bellissimi, c'è una differenza abissale, incredibile!
    Da brava Toscana non posso che farti i complimenti per la bellissina schiacciata che hai realizzato, mi hai fatto proprio venir voglia di una fettina!
    Un abbraccio e buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho fatto giusto in tempo a seguire il corso... da novembre gli impegni quotidiano mi hanno completamente assorbito e ciao blog! Con l'anno nuovo cercherò di mettere in pratica gli insegnamenti!
      Grazie per i complimenti!
      A presto!
      Chiara

      Elimina
  10. ciao che meraviglia il tuo blog ti ho scoperta per caso e ne sono felice se ti va vienimi a trovare sul mio blog
    spicchidelgusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa! verrò a trovarti molto volentieri!!! ;)

      Elimina
  11. Ciao Chiara, piacere, io mi chiamo Vanna e sono contenta di aver scoperto il tuo blog, è molto carino,quindi mi sono iscritta volentieri, se ti va ,passa da me, ti aspetto, cosi non ci perdiamo di vista! ciao! http://ledeliziedivanna.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanna! Ti ringrazio per esserti aggiunta..passerò presto da te! ;)

      Elimina
  12. l'ultimo scattpo è veramente favoloso!e che dire di questa schiacciata? è da tanto che voglio farla mi super incuriosisce!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy!
      Ti ringrazio... il workshop è stato veramente un'esperienza stupenda! Spero di approfondirla il prima possibile!
      La schiacciata merita davvero...ha un gusto tutto suo! ;)

      Elimina
  13. che bellezza queste ricette! complimenti vivissimi, bravissima!
    peccato che sto a dieta :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gemma! Grazie per i complimenti!!!
      Se cerchi nel blog puoi trovare anche qualche ricetta light! ;)

      Elimina
  14. ciao!=)
    complimenti bellissimo blog! mi sono unita ai tuoi lettori! se hai voglia di fare un salto nel mio e se ti va di ricambiare mi farebbe molto piacere!!=)
    a presto buona giornata baci vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale!
      Grazie per esserti unita ai lettori del blog!
      Passerò senza dubbio a trovarti!
      A presto
      Chiara

      Elimina
  15. Che bella ricetta! Assolutamente da provare. Ho trovato il tuo blog casualmente e ne sono entusiasta :)
    Tua nuova follower se ti va di ricambiare ti lascio il mio link http://conpaolaincucina.blogspot.it/
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola!
      Fa molto piacere ricevere l'apprezzamento di altre persone!
      Verrò presto a curiosare sul tuo blog! :D

      Elimina
  16. dico che ho l'acquolina in bocca...ti seguo se vuoi ricambiare....http://ciochehoimparatodallavita.blogspot.it/

    RispondiElimina
  17. Passa a trovarmi...c'è un premio per te!! http://camilladolcicreazioni.blogspot.it/
    Camilla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Camilla!!!
      Anche se in ritardo... ti ringrazio davvero di cuore per aver pensato a me e al mio blog! ;D

      Elimina
  18. Luce muy hermoso y delicioso una receta bien hecha adoro las uvas negras,abrazos.

    RispondiElimina
  19. Ma che bella questa torta!Complimenti mi associo ai tuoi followers. Buon Anno e a presto Lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lia! Grazie per esserti aggiunta!
      Tanti auguri di buon anno anche a te!
      Chiara

      Elimina
  20. Ciao, bellissimo il tuo blog! Mi sono iscritta tra i tuoi sostenitori. Se hai voglia vieni a trovarmi su http://www.dillo-cucinando.blogspot.it
    Barbara by Dillo Cucinando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara!
      Grazie mille (anche se in ritardo) per esserti unita ai miei lettori!
      Buona settimana!
      Chiara

      Elimina

© IL SAPORE DEL SALE. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig